Feeds
RSS
Atom

Consiglio Direttivo 2012-2014

Scritto il 18 maggio 12 da Pro Loco Garlenda

  • Presidente
    Cappato Francesco
  • Vicepresidente
    Amerio Fabrizio
  • Segretario
    Marmentini Andrea
  • Consiglieri
    Canova Franca
    Canova Rosanna
    Dagrada Maurizio
    D’Andrea Luca
    Fossati Gianfranco
    Gagliolo Daniele
    Grana Ilario
    Greco Walter
    Melis Giampaola
    Quartara Marco
    Simone Ambrogio
    Urselli Dario
  • Revisori dei conti
    Barbera Ugo
    Navone Eugenio
    Simone Samantha

,

Commenta

---

Consiglio Direttivo 2010-2012

Scritto il 5 febbraio 10 da Pro Loco Garlenda

  • Presidente
    Amerio Fabrizio
  • Vicepresidente
    Marmentini Andrea
  • Segretario
    Rolando Davide
  • Consiglieri
    Canova Rosanna
    Cappato Francesco
    Cavallo Dario
    Dagrada Maurizio
    Fossati Gianfranco
    Fossati Roberto
    Gagliolo Daniele
    Grana Ilario
    Greco Walter
    Pareto Flavia
    Pelleriti Simona
    Simone Bruno
  • Revisori dei conti
    Barbera Ugo
    Navone Eugenio
    Simone Samantha

,

---

Contatti

Scritto il 10 giugno 09 da Pro Loco Garlenda

  • Ufficio IAT Pro Loco Garlenda
    garlenda@inforiviera.it
    Via Roma, Palazzo Comunale
    Telefono e fax: 0182 582114
    17033
    Garlenda (SV)
  • Palazzetto dello Sport – Bocciofila
    Regione Bauso, 2
    Telefono: 380 3881013
    17033
    Garlenda SV
  • Realizzazione Sito
    Davide Rolando
    prolocogarlenda@gmail.com

,

---

Garlenda e il turismo

Scritto il 16 giugno 08 da Pro Loco Garlenda

Negli ultimi anni le Amministrazioni Comunali hanno indirizzato le loro scelte verso la vocazione turistica, pur salvaguardando l’agricoltura di qualità. Oggi Garlenda dispone di infrastrutture primarie tra le più complete. Sono migliorate ed aumentate le strutture sportive e ricettive: campi di calcio, palazzetto dello sport, campi da tennis anche riscaldati, bocciodromo. parco giochi, ristoranti tipici ed un albergo di livello europeo. Garlenda rappresenta uno dei rari esempi di valorizzazione dell’entroterra, dove si è saputo insediare centri residenziali, ville unifamiliari ed altre costruzioni perfettamente ambientate nel paesaggio ed inserite dal punto di vista architettonico. Garlenda, con le sue strutture sportive, offre il vantaggio di un turismo valido e moderno, come evidenzia il cartello posto all’inizio del paese “Garlenda centro di storia, sport, turismo”.

Negli anni ’60 soffriva, come tutti i paesi agricoli, l’emigrazione dei suoi abitanti verso la città, dove l’industria fungeva da polo di attrazione, ma la costruzione di un moderno Campo da Golf, dal tracciato molto vario e tecnicamente valido, unito alle buone condizioni climatiche ed alla favorevole localizzazione, diede il via all’attività turistica del paese.

,

---

Un pò di storia...

Scritto il 16 giugno 08 da Pro Loco Garlenda

Garlenda è situata a 70 m sul livello del mare e nel punto più ampio della Val Lerrone, una delle più suggestive e pittoresche dell’entroterra Ligure, prima che la valle si chiuda ed acquisti la fisionomia alpestre. L’ambiente naturale, ricco di boschi e prati, con ampi campi in cui si realizzano colture d’avanguardia, si presta ad una villeggiatura tranquilla in grado di unire, data la breve distanza dal mare, la quiete della campagna ligure alla salubrità dell’ambiente marino. Il turista può quindi facilmente godere anche dei piaceri di un soggiorno balneare. Raggiungibile, in pochi minuti d’auto, da Albenga e Alassio, in poche ore con l’autostrada dei Fiori A10 (uscita Albenga), da Genova, Torino, Milano e con l’aeroporto Internazionale di Villanova d’Albenga anche da Roma e dall’estero. Garlenda è dominata dal verde con le sue tonalità e sfumature, i suoi profumi, i sinuosi sentieri che si addentrano nei boschi cedui e sempreverdi. Ogni angolo lascia scoprire nuovi ed insospettati orizzonti, borghi antichi con la loro storia e il loro piccolo mondo, immerso in un sogno passato.

Garlenda è stata sede di un “Marchesato” e conserva le memorie artistiche di un’autonomia gloriosa che si manifesta nel Castello Costa – Del Carretto (sec. XVII) di proprietà comunale e nella Chiesa Parrocchiale che conserva notevoli tele. Ma un senso di poesia si scopre nelle cappelle sperdute tra gli alberi secolari, come la Chiesa di San Rocco, caratterizzata da un pregiato pulpito esterne e dalla quercia monumentale. Piacevole è passeggiare per i borghi antichi, immersi negli uliveti, che conservano ancora la struttura urbana del passato, con le caratteristiche viuzze selciate di sasso vivo, con antichi segreti, con le case aggrappate l’una all’altra come in una estrema difesa e un senso di solidale umanità.

,

---